Domenica 14/10/2018
“Il carsismo in Hirpinia”

Ritrovo ore 8:30
Uscita autostrada serino
Spostamento con auto proprie presso località acque nere.

Bellissima escursione naturalista in un ambiente molto suggestivo.
Alla scoperta delle fantastiche creazioni dell’acqua.

Difficoltà E
Durata 6 ore circa a/r compreso soste.

Abbigliamento consigliato

  • Scarponi da trekking;
  • Abbigliamento idoneo alla stagione;
  • Impermeabile;
  • Colazione a sacco;
  • Acqua 1 litro e 1/2 .

Costi:

Quota di partecipazione per i soci hirpoescursioni e pro loco nuovamente UISP € 3,00 
Il contributo servirà all’acquisto di materiale per la sicurezza.

Quota di partecipazione non soci € 10,00

 

N.B.:

I responsabili di gita possono effettuare delle variazioni al percorso per la sicurezza dei partecipanti e per il buon esito della stessa.

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/HXJ9TbWpgwkKrfQ4vHEWCr

Domenica 7/10/2018
Escursione Naturalistica
“Rifugio degli uccelli”

Circuito molto bello immerso nella fitta faggeta del monte Terminio.

Ritrovo ore 8:00 uscita autostrada Serino.
Partenza per località piano d’Ischia (Monte Terminio)

Difficoltà T
Durata 4 ore circa a/r
Compreso soste.

Abbigliamento consigliato

  • Scarponi da trekking;
  • Abbigliamento idoneo alla stagione;
  • Impermeabile;
  • Colazione a sacco;
  • Acqua 1 litro e 1/2 .

Costi:

Quota di partecipazione per i soci hirpoescursioni e pro loco nuovamente UISP € 3,00 
Il contributo servirà all’acquisto di materiale per la sicurezza.

Quota di partecipazione non soci € 10,00

 

N.B.:

I responsabili di gita possono effettuare delle variazioni al percorso per la sicurezza dei partecipanti e per il buon esito della stessa.

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/GN9OJez6ALA1kzaISUDbwc

3′ Memorial
Palatucci

” La Notte del Brigante ”

Notte del Sabato/Domenica

Accellica Nord ( EE)

Sabato
Raduno ore 15:00 all’uscita dell’autostrada di Serino oppure ore 17:00 presso Campolaspierto per allestimento campo.

Ore 20:00 /20:15 cena

Cena :

  • Frittatina di pasta;
  • Fagioli alla messicana;
  • Cacio cavallo impiccato;
  • Salsiccia alla brace;
  • Vino ,acqua e pane.

Grappa sotto le stelle con cioccolato fondente

Pernotto in tenda (propria)
NB: Per chi non ha la tenda o non vuole pernottare,può anche solo fare la cena e poi si unisce al gruppo la mattina.

Mattina del 19 Agosto

  • Colazione ore 7:00;
  • Crostate ,brioches;
  • E succo di frutta.

Smontaggio campo e spostamento presso il punto di partenza, (tornante nei pressi del 17 km della statale del monte Terminio, casetta Anas).

Ore 8,30 partenza escursione
Accellica nord 1660
Ore 13:00 deposizione targa commemorativa
Pranzo con colazione a sacco ( provvedere personalmente )
Rientro

Costi:

  • Contributo per per la formula completa per i soci hirpoescursioni e pro loco nuovamente è di € 15,00
    (Cena,prima colazione,escursione, brindisi in vetta e deposizione targa commemorativa);
  • Contributo per per la formula completa per i non soci è di € 25,00
    (Cena,prima colazione,escursione, brindisi in vetta e deposizione targa commemorativa);
  • Quota contributo solo escursione di domenica Accellica Nord per i soci hirpoescursioni e pro loco nuovamente UISP € 5,00;
  • Quota contributo solo escursione di domenica Accellica Nord per i non soci € 10,00.

 

Equipaggiamento personale.

  • Scarponi da Trekking;
  • Zaino;
  • Ricambi vari;
  • Torcia ( con pile di scorta);
  • Coltello;
  • Acqua e colazione a sacco per l’escursione;
  • Giacca a vento;
  • Pile leggero o felpa.

Per chi pernotta sono obbligatori

  • Tenda;
  • Sacco a pelo;
  • Luci personali.

NB acqua e viveri non sono forniti per il giorno dell’escursione

Possibilità di prenotazione fino a  giovedì 16 agosto.

L’evento e totalmente dedicato ad una persona fantastica che purtroppo non è più sulla terra ma vive nelle nubi che avvolgono la celaca ( come lui amava chiamarla).?❤

Il responsabile dell’escursione si riserva di annullare o rinviare l’evento causa condizioni climatiche avverse o per altri motivi che potrebbero compromettere la sicurezza dei partecipanti.

Orario e luoghi potrebbero subire variazioni.

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/6FYdRBz7lALF7NtStBDYpF

Escursione naturalistica
“Vetta del Terminio1806”

Ritrovo ore 8:30 uscita autostrada Serino
Trasferimento con auto proprie presso Campolaspierto (attacco per la vetta)

Dislivello 500 mt circa
Difficoltà E
Durata 5 ore circa a/r
Compreso soste.

Abbigliamento consigliato

  • Scarponi da trekking;
  • Abbigliamento idoneo alla stagione e alla quota;
  • Consigliato capi di ricambio;
  • Impermeabile;
  • Colazione a sacco;
  • Acqua 1litro e 1/2 minimo.

Notizie generali da Wikipedia:

La vetta raggiunge l’altitudine di 1.806 m s.l.m., risalendo la strada statale 574 inversamente, cioè da Montella, s’incontra il Passo Cruci (m. 980) e successivamente si toccano le località Fosse Giunte e Tasso e la Piana del Pizzillo fino a raggiungere la Piana di Verteglia (m. 1230) dominato a sud dal Monte Cercetano e dal Monte Savoceta. Nella piana si trovano un caseificio e un’antica chiesa trasformata nel Rifugio Principe di Piemonte, inoltre la piana è ricoperta da faggie da pascoli estivi alimentati da risorgive come quelle di Candraloni (m. 1350), della Madonna (m. 1150), dei Cavalli, degli Uccelli e delle Acque Nere, le acque delle risorgive precipitano nei numerosi inghiottitoi come quello della Bocca del Dragone.

Costi:

Quota di partecipazione per i soci hirpoescursioni e pro loco nuovamente UISP € 3,00 
Il contributo servirà all’acquisto di materiale per la sicurezza.

Quota di partecipazione non soci € 10,00

La guida si riserva di annullare o rinviare la gita per condizioni meteo avverse o per motivi che potrebbero compromettere la buona riuscita della stessa.

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/8Spps8qxmspJI1MTwy6qIj

 

Venerdì 27 luglio

“Eclissi totale di luna in trekking”

difficoltà T
circa 5 km
Dislivello minimo

Ritrovo ore 17.00 presso sede Pro Loco Nuovamente (Indirizzo: Frazione Ariano Scalo, 10, 83031 Ariano Scalo AV )

Partenza con auto proprie in direzione:

Oasi Masseria Sant’Elia (eco agriturismo) (Indirizzo: C/da Sant’Elia Necropoli, 24, 83034 Casalbore AV )

per poi arrivare a Monte Calvello ( Casalbore ).

Arrivati in vetta si allestirà il campo per le tende ( per chi vuole rimanere ) e dopo verrà servita la cena.

 

Abbigliamento consigliato

  1. Scarpe da trekking;
  2. Indumenti adatti per la stagione;
  3. Crema protettiva;
  4. Impermeabile;
  5. Borraccia;
  6. Tenda;
  7. Torcia.

Costi:

  • Quota Trekking per i soci hirpo e pro loco nuovamente UISP € 2,00 
  • Quota di partecipazione non soci € 4,00
  • Quota solo cena all’aperto per i soci hirpo e pro loco nuovamente UISP € 10,00 ;
  • Quota solo cena all’aperto per i non soci hirpo e pro loco nuovamente UISP € 10,00 .

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

Collaboratori Proloconuovamente:

3898324986 Francesco Miressi ( Guida e coordinatore )

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/5CM2AOFZVOtEDoL0gWJ9bZ

Domenica 8 luglio

“Eremo & Falesia”

Percorso con quote altimetriche
Summonte m. 730
San Silvestro m. 925
Dislivello
Totale m.195 in salita
Difficoltà

T/E
Tempo di percorrenza

h. 1 circa
Lunghezza percorso

km 3.50 circa

  • Ritrovo ore 8:20 presso il parcheggio antistante ingresso principale del campo coni (Via Morelli e Silvati, 84, 83100 Avellino AV )
  • Partenza con auto proprie in direzione Summonte presso parcheggio antistante Rifugio Urupreta ( Via San Sebastiano Summonte AV 83010 )
  • Ore 9:00 inizio escursione

L’evento è diviso in sue tappe:

  • Percorreremo l’itinerario storico che da Summonte porta alla chiesa rupestre di S. Silvestro attraverso un maestoso castagneto. Molti tratti sfiorano le rocce spioventi del Monte Vallatone;
  • Finita l’escursione è prevista un’arrampicata presso la falesia ” Scivolo dei lupi “.

Notizie generali: santuario di San Silvestro – Sant’Angelo a Scala

Il Santuario di San Silvestro Papa è una piccola chiesa arroccata su una guglia rocciosa alle pendici del Monte Vallatrone, a 900 metri di altezza, al confine tra i comuni di Sant’Angelo a Scala e Summonte. I pellegrini possono raggiungere il luogo attraverso due strade: una che parte da Summonte ed è più pianeggiante, l’atra, quella più nota, parte dal Comune di Sant’Angelo a Scala attraverso un senti ero sconnesso e ciottoloso e porta fin sul piazzale, al quale si accede attraverso un arco di pietra calcare. La Chiesetta presenta una facciata di pietra bianca, un elegante portale in pietra finemente scolpito e la torre campanaria che domina il borgo circostante. Al suo interno si trova una campana in bronzo che deve essere suonata da tutti gli escursionisti che riescono ad arrivare alla fine del percorso. Al suo fianco sorge la grotta di San Silvestro, dove sgorga una piccola sorgente. Secondo la tradizione locale, le acque della fonte hanno proprietà terapeuti che miracolose. Ogni anno tanti fedeli salgono al santuario in segno di devozione o per chiedere una grazia. L’ultimo “miracolo” avvenuto per mezzo di queste acque è stato di recente: una bambina napoletana con una grave malattia della pelle, che i medici davano per spacciata, lavandosi con l’acqua “sporca” è guarita inspiegabilmente. I medici dei diversi ospedali d’Italia e dell’estero non hanno saputo dare una spiegazione della guarigione. I genitori della bambina ogni anno quando i Santangiolesi fanno la fiaccolata vengono insieme alla bambina per risalire con fede la montagna e ringraziare per la grazia ricevuta. Ogni anno poi a Sant’Angelo a Scala il 31 dicembre, festa del Santo, ma soprattutto il lunedì in Albis si fa una grande festa che ha sempre richiamato pellegrini da tutta la Regione e anche dalle Regioni vicine. L’acqua viene raccolta in due distinte vasche, una impiegata per bere, l’altra per bagnarsi. La grotta alimenta da secoli la leggenda, secondo cui le sue acque curati ve avrebbero guarito dalla lebbra Costanti no, dietro intercessione di Papa Silvestro.

Notizie generali: lo scivolo dei lupi

La falesia è una palestra di roccia che, per conformazione e difficoltà degli itinerari è ideale per chi vuole muovere i primi passi in verticale.

Abbigliamento consigliato

  1. Scarpe da trekking;
  2. Indumenti adatti per la stagione;

Per chi deciderà di rimanere dopo l’escursione ad arrampicare:

  1. Scarpette da arrampicata;
  2. Imbracatura;
  3. Casco.

Colazione a sacco
Acqua 1’5 litri minimo.

 

Quota di partecipazione per i soci hirpo e pro loco nuovamente UISP € 3,00 
Il contributo servirà all’acquisto di materiale per la sicurezza.

Quota di partecipazione non soci € 10,00

La guida si riserva di annullare o rinviare la gita per condizioni meteo avverse o per motivi che potrebbero compromettere la buona riuscita della stessa.

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/B09eFLtDHHJDR5eh6SBBcX

Domenica 1 luglio

“Acquatrekk alla Scorzella”

difficoltà E
anello da circa 5 km
Dislivello minimo

Ritrovo ore 8:30 presso il parcheggio del supermercato famila uscita autostrada Avellino/Salerno

Partenza con auto proprie in direzione Montella (località varo della spina).

Ore 9:15 inizio escursione
Tra incantevoli e suggestivi scenari .

Notizie generali:

Parte dalla S.S. 164 all’altezza di una fonte, nel territorio di Montella. Segue per un breve tratto l’acquedotto. D’estate, dopo circa 500 metri dall’inizio si può scendere sulla sinistra e giungere ad un ponte del periodo fascista ove si può ammirare una cascata e da dove si può iniziare il percorso fluviale (costume e scarponcini). Il sentiero prosegue sempre in direzione S/E tenendo sulla sinistra il vallone del torrente fino ad intersecarlo alla diramazione dei due rami. Qui si segue il ramo ovest salendo su stretti tornanti fino alla sorgente. Ci si immette su una sterrata (direz. Est) e la si segue fino ad intersecare un’altra proveniente da sinistra (S.I.) che si ingloba e si segue fino al Faggio Scritto. Qui il S.I. prosegue sulla destra mentre il nostro svolta a sinistra, sempre su sterrata, per giungere al varco delle Bocche e scendere sulla S.S. 574 del Termini

Abbigliamento consigliato

  1. Scarpe da ginnastica o trail;
  2. Pantaloncino corto;
  3. T shirt tecnica;
  4. Consigliato costume come intimo;
  5. Ricambi e telo;
  6. Per il rientro via sentiero si consiglia di avere nello zaino gli scarponi da montagna.

Colazione a sacco
Acqua 1’5 litri minimo.

 

Quota di partecipazione per i soci hirpo e pro loco nuovamente UISP € 3,00 
Il contributo servirà all’acquisto di materiale per la sicurezza.

Quota di partecipazione non soci € 10,00

La guida si riserva di annullare o rinviare la gita per condizioni meteo avverse o per motivi che potrebbero compromettere la buona riuscita della stessa.

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/2qGvk9u0AmL46Hm5hSxq2g

Domenica 17 Giugno 2018, la frana di Montaguto

 

Il Sentiero ha un carattere tematico che consente di conoscere più da vicino la frana di Montaguto

percorrendola nella sua interezza per apprezzarne gli sviluppi, le dimensioni e le misure poste in

essere per il monitoraggio ed il controllo.

Non è stata trascurata la storia della città di Montaguto con i suoi collegamenti che hanno da

sempre consentito una perfetta integrazione fra nucleo abitato e terreni coltivabili. Il percorso di

ritorno costituisce la riscoperta dell’antica via di collegamento fra il paese e la contrada Macchia

sede di terreni coltivabili. Molto suggestivo questo passaggio che permette di ammirare gli

interventi dell’uomo atti a mantenere la funzionalità della via nonostante l’evoluzione della frana.

 

Il percorso di andata:

 

Lasciate le auto in zona Pip, a Taverna di Montaguto, dopo circa cento metri su strada asfaltata si raggiunge l’imbocco del largo sentiero che si inoltra sul corpo di frana; da qui, a quota 332 m s/l si comincia con un salire continuo e crescente per circa 2,5 km. Man mano che si sale, spalle alla valle del Cervaro, il panorama mostra i suoi scenari: sulla sinistra, in primo piano, si scorgono i paesi di Savignano e Greci, appollaiati su boscosi rilievi; Ariano sullo sfondo, in mezzo ai primi due ed ancora i monti del Partenio, del Taburno, del Matese. Il salire è faticoso, la pendenza si sente nelle gambe; lungo il percorso si incontrano qualche siepe, rari arbusti ma, ciò che colpisce sono i chiari segni della enorme frana, le notevoli opere di ingegneria idraulica impiantate per irreggimentare le acque e contrastare lo scivolamento dei terreni. Da quota 645 m s/l si procede con meno fatica, diminuisce la pendenza; si raggiunge un masso “erratico” che invita ad una sosta ristoratrice e poi, ancora, fino a quota 932m s/l dove si incontrano delle pale eoliche. E’ stata raggiunta “la Montagna”, si intravedono i tetti del paese di Montaguto.

Il sentiero, ora ben definito e in lieve discesa, è agevole; si inoltra su una larga, erbosa cresta che domina, a destra la valle del Cervaro, sovrastata dai paesi di Savignano, Greci, Panni, a sinistra un verde pianoro delimitato da una fila di verdi cipressi in comune di Orsara di Puglia. Superato un piccolo boschetto si giunge alla piazzetta della “Fontana Nuova” (734 m s/l); si è nel paese di Montaguto.

Il percorso di ritorno dal paese all’area Pip, dove sono state parcheggiate le auto, è piuttosto piacevole. Partendo dalla “Fontana Nuova”, percorrendo “via Sorgenti” per circa 400-500 m, superate un gruppo di casette, si imbocca, a sinistra, una magnifica carrareccia selciata, ben delimitata da staccionate in legno che si inoltra fra prati e boschetti. Si raggiunge agevolmente la fontana” Sorgenti”. Da qui si va avanti, sempre sul ben definito e lastricato “carraro” all’ombra e alla frescura del rigoglioso bosco demaniale di Montaguto. Il bosco è ricco di alberi di quercia con un verde e fitto sottobosco. Si giunge alfine ad un’isolata” masseria” il cui locatario definisce essere in contrada “Carchia” (?), meglio dire località “Serro Vaccaro”. Spalle alla fattoria, si percorre, a scendere un 50 metri di strada interpoderale asfaltata, fino ad imboccare a destra un viottolo che si inoltra in un fitto boschetto di cespugli, arbusti e profumate ginestre. Si procede con cautela, perché l’erba può nascondere qualche insidia.

Serpeggiando fra i cespugli il sentiero scende di quota; ora corre lungo una parete rocciosa (sabbie cementate, tipiche della zona) e qui, nel procedere, si impone un aumento di attenzione perché il sentiero si restringe di molto ed è a tratti esposto. Lungo il sentiero si incontrano opere murarie che testimoniano come fosse frequentato per raggiungere contrada Macchia. Si continua su una superfice prativa fino a giungere ad una grossa “briglia” in c/da Abbatangelo; qui il percorso si immette sul tratto dei primi 100m dell’andata. Il rientro si conclude.

 

– Ore 7,30-raduno ad Atripalda sul piazzale del Liceo (ex baci-caldi) per organizzare le auto per la partenza.

– Ore 8,30 incontro alla sede Pro Loco

– Ore 13,00 Pranzo presso sede Proloconuovamente

 

 

DATI:

totale percorso di andata:            4,9 km;

Altitudine alla partenza                415m –

All’arrivo                                           730m

Quota massima                               930m

Dislivello in salita                           640m

Pendenza media                              15,9 %

Totale percorso di ritorno:           6,72 km

Dislivello in discesa                        390m

Tempo impiegato                            2,15h

Pendenza media                              10,4%

Classificazione:                                E

 

Equipaggiamento:

Impermeabile, borraccia, scarpe da trekking, pantaloni lunghi, crema protettiva.

 

Quota trekking 3,00 € – per tesserati Pro Loco e Hirpoescursioni

Quota trekking 4,00 € – per non tesserati

Solo pranzo 10,00 € – per tesserati Pro Loco e Hirpoescursioni ( da comunicare adesione entro venerdì)

Solo pranzo 12,00 € – per non tesserati ( da comunicare adesione entro venerdì)

 

Direttore di gita:

3898324986 Francesco Miressi

 

Collaboratori Hirpoescursione:

3296014354 Presidente Dino De Renzi

3291604629 Responsabile Comunicazioni Stefano De Napoli

Email: info@hirpoescursioni.it

 

Segui questo link per entrare nel nostro gruppo WhatsApp:

https://chat.whatsapp.com/HdqU1uyaZZo4mI4wecTbJl